Il primo treno a idrogeno del mondo

Costruito dalla società francese Alstom, il treno a zero emissioni alimentato a idrogeno,  pensato per sostituire i modelli a gasolio che ancora sono usati in tratte non elettrificate, è appena entrato in servizio in Bassa Sassonia.

Inaugurato pochi giorni fa, il treno è dotato di celle a combustibile che convertono l’idrogeno, immagazzinato in serbatoi sul tetto, e l’ossigeno ambientale in elettricità. Le batterie agli ioni di litio vengono utilizzate anche per immagazzinare l’energia recuperata durante la frenata, che viene poi sfruttata nelle fasi di accelerazione.

Questo treno a “emissioni zero”, più silenzioso di quelli alimentati a gasolio, non produce rumore ed emette solo vapore acqueo e acqua di condensa, mentre non vengono generati né particolato né anidride carbonica o altri gas serra.

La velocità massima dichiarata è di 140 chilometri all’ora e a ogni singolo rifornimento di idrogeno corrisponde un’autonomia di circa 1.000 chilometri, con una capienza complessiva che raggiunge i 300 passeggeri, divisi tra posti a sedere e in piedi.

Oltre ai due convogli già in funzione, in Germania ne verranno consegnati altri 14 entro il 2021, per un investimento complessivo di 81 milioni di euro. La tratta già oggi percorsa dai primi Coradia iLint, questo il nome dei treni,  nel giro di pochi anni sarà destinata esclusivamente ai treni a idrogeno.

La Germania prevede la sostituzione di 120 treni diesel entro i prossimi 30 anni, mentre hanno già mostrato un potenziale interesse per questa tecnologia altri Paesi tra cui l’Italia.

Related Post

0 Comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.